ll coniuge non paga l’assegno mensile di mantenimento? Paga il Ministero di Grazia e Giustizia.

Accade frequentemente, purtroppo, che a seguito di una separazione e/o divorzo, il coniuge obbligato al pagamento dell’assegno di mantenimento in favore dell’ex coniuge, o dei figli, non paghi, con le scuse più variegate.

Fino ad oggi, il coniuge danneggiato poteva tutelarsi solamente procedendo contro l’inadempiente attraverso procedure ingiuntive e successivi pignoramenti, nella speranza che vi fossero disponibilità liquide sufficienti.

Da oggi, entra in vigore il comma 414 dell’ art. 1 della legge di stabilità 2016, il quale ha istituito il Fondo di solidarietà a tutela del coniuge in stato di bisogno.

Grazie a questo nuovo strumento, se i pignoramenti promossi dal danneggiato non avranno buon esito, lo stesso potrà depositare, a mezzo del proprio legale, apposita istanza di accesso al Fondo di Solidarietà presso il Tribunale del luogo di residenza.

Non appena il Tribunale accoglierà la richiesta, sarà dunque il Ministero di Grazia e Giustizia ad erogare l’importo mensile di mantenimento, sostituendosi al coniuge inadempiente.

Lo Studio rimane a disposizione di chiunque fosse interessato dalla problematica, al fine di valutare l’accesso a questo nuovo istituto.

***
A cura di:
IRAfkKN_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *