Morso del cane, ne risponde il padrone effettivo o chi in quel momento ne ha la custodia?

Se il cane morde un bambino e l’animale è stato affidato a persona non in grado di esercitare un effettivo potere di controllo sullo stesso, ne risponde il proprietario. E’ quanto emerge dalla sentenza della Quarta Sezione Penale della Corte di Cassazione del 19 luglio 2016, n. 30548.

Il caso vedeva un uomo affidare il proprio cane al padre, che ne curava la custodia, il quale lo aveva portato con sé al pascolo e lo aveva legato ad una catena all’interno di uno spazio al medesimo riservato. L’animale, avvicinato da un bambino, mordeva quest’ultimo cagionandogli lesioni.

Secondo costante insegnamento giurisprudenziale, in tema di lesioni colpose, la posizione di garanzia assunta dal detentore di un cane impone l’obbligo di controllare e di custodire l’animale adottando ogni cautela per evitare e prevenire le possibili aggressioni a terzi anche all’interno dell’abitazione, laddove la pericolosità del genere animale non è limitata esclusivamente ad animali feroci, ma può sussistere anche in relazione ad animali domestici o di compagnia, come il cane, così da obbligare il proprietario ad adottare tutte le cautele necessarie a prevenire le prevedibili reazioni dell’animale (Cass. pen., Sez. VI, 10 gennaio 2012, n. 6393).

Nella fattispecie, il cane era stato effettivamente dato in custodia al padre dell’imputato il quale, per quel determinato periodo, esercitava un effettivo potere di controllo e custodia dell’animale. Per principio generale, fatto proprio dagli ermellini, in caso di trasferimento dell’obbligo di garanzia su una persona diversa dal proprietario dell’animale, può residuare una responsabilità del proprietario solo nel caso in cui il medesimo sia comunque in grado di esercitare il potere di controllo o nell’ipotesi in cui il custode non sia in grado di esercitare una effettiva custodia.

***

A cura di:

IRAfkKN_

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *